Incontri in/formativi/PROGETTI/Report Eventi/TRAME SANE/Uncategorized

Buone pratiche nella produzione dei tessuti: impatto ecologico

Articolo a cura del Gruppo Tessile dei GAS reggiani e modenesi

Lavare meno gli abiti, riciclare il più possibile quelli che abbiamo o fare uno swap-party, in cui è possibile scambiare i propri vestiti che non si usano più con quelli di amici e amiche, sono solo tre delle tante idee che possiamo attuare per essere sostenibili anche nei confronti di un settore, quello tessile, che dopo l’alimentazione ci induce a spendere i nostri soldi più di frequente.

Quando si decide di acquistare una gonna, dei pantaloni o una maglietta è meglio valutare la fibra di cui sono fatti e spesso l’etichetta non basta per capire l’impatto che la produzione di quel capo ha sull’ambiente. Oltre all’origine e alla produzione di una fibra e quindi di un tessuto, bisogna tenere conto delle tinture che vengono usate per colorarlo: di queste solo pochissime sono naturali. Dopo la tintura i tessuti vengono trattati: è la fase del finissaggio, la parte più inquinante del trattamento: ad esempio vengono usati il laser, la CO2 o il ghiaccio secco che servono a “nobilitare” il tessuto e a dargli effetti differenti a seconda delle varie mode.

GreenPeace a questo proposito, con la campagna DETOX individuò una lista di sostanze chimiche tossiche che i produttori non devono usare. Inoltre esiste uno specifico disciplinare, il GOTS, che le aziende devono rispettare se desiderano scrivere la parola biologico sull’etichetta.

Tante sono le fibre sia di origine naturale che artificiale; le fibre naturali si dividono in fibre di origine animale come seta, lana, cashmere, angora, alpaca, vicuña, cammello, etc; e le fibre di origine vegetale: cotone, lino, canapa, kapok, ginestra, ramiè. Esempi di fibre “man made”, prodotte cioè in maniera artificiale e sintetica sono: viscosa, acetato, lyocell, bamboo, poliestere, poliammide, acrilico, ingeo, etc.

Nella seconda parte di questo post si tratterà nello specifico dei due tipi di fibra sopra menzionati.

Report dell’incontro con Alberto Saccavini del 20 aprile 2013 presso Auditorium Pierangelo Bertoli Sassuolo – Parte 1
Info: gastessile@libero.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...