Incontri/Iniziative/News/News Scuola di Pace

Guerra nel medittareneo? Cooperazione internazionale, piazze e democrazie

Cosa significa oggi fare cooperazione internazionale? O ci sono solo le “missioni di pace” a suon di militari? Perché a Reggio Emilia e da Reggio Emilia sono pochissimi i progetti di cooperazione internazionale? Che ruolo potrebbero svolgere gli enti locali? Se qualcuno volesse partire col creare un’ong a Reggio Emilia, cosa potrebbe fare? C’è una bellissima esperienza storica partita dalla nostra città in occasione dell’ultimo conflitto che ha coinvolto un pezzo d’Europa, la guerra nei Balcani, ma l’Europa non finisce lì e ci sono intorno a noi nel Mediterraneo Paesi che stanno attraversando momenti di grande instabilità che potrebbero avere ripercussioni anche qui: che sta succedendo? Che possiamo fare? 
All’incontro che si svolge Sabato 7 Settembre 2013 – Ore 18.30 al Centro “CATOMES TOT” parco Cervi – Reggio Emilia (entrata Piazza Fiume / Via Panciroli) interverranno e dialogheranno con noi:

GUIDO BARBERA
Laureato in Economia, iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, Presidente del CIPSI (Coordinamento di Iniziative popolari di Solidarietà Internazionale), membro direttivo di “Chiama l’AFRICA”. Ha svolto numerose missioni all’estero in qualità di progettista e valutatore, si è occupato di pubblicazioni in materia di cooperazione ed educazione allo sviluppo.

FRANCESCO MARTONE
Da oltre vent’anni nei movimenti altermondialisti ed ecopacifisti. Per due legislature Senatore della Repubblica, membro della Commissione Esteri. Dal 1988 al 1995 ha lavorato per Greenpeace International. Ha collaborato con la Campagna Nord-Sud, Sopravvivenza dei Popoli, Biosfera, Debito. Per tre anni Presidente di Greenpeace Italia, ha fondato nel 1995 e coordinato per sei anni la Campagna per la Riforma della Banca mondiale. Attualmente collabora in qualità di giurato con il Tribunale Permanente dei Popoli e con la Fondazione Cittadellarte. Lavora per l’ ONG inglese Forest Peoples Programme seguendo le iniziative internazionali ed i negoziati ONU su diritti dei popoli indigeni cambiamenti climatici e foreste.

BRAHIM DAHANE
Attivista per i diritti umani Saharawi e Presidente dell’Associazione Sahrawi delle vittime di violazioni dei diritti umani,.

La serata è promossa dalla Scuola di Pace di Reggio Emilia in collaborazione con le associazioni Jaima Sahrawi e Pax Christi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...